Niella Tanaro (CN) : Chiesa Parrocchiale di Maria Vergine Assunta

Niella T1 Abside Assunta

Storia del sito:
La chiesa è di origini antichissime, forse edificata su un tempio pagano; documenti risalenti all’anno 901 ne testimoniano già la presenza. Citata in un diploma del 1041: “titulo Nigella cum Castro et capellis”. Riedificata nel XIII secolo in semplicissime forme romaniche aveva due navate, di cui la maggiore con abside rotonda, mentre la minore aveva una terminazione piana. Era lunga cinque campate e terminava all’altezza del campanile posto sulla destra. Probabilmente non aveva volte e, a destra dell’abside, vi era una piccola sagrestia. Successivamente venne costruita l’altra sagrestia a sinistra dell’abside; entrambe vennero affrescate nel XV secolo. Parte degli affreschi furono successivamente ricoperti da intonaci, che li salvarono dall’incendio del 1911.
Nel XVIII secolo venne aggiunta la navata destra, la facciata venne demolita e la chiesa fu prolungata in avanti di due campate, venne soprelevato il campanile e furono erette le volte. Alla fine del XIX secolo fu edificata la nuova facciata, in stile eclettico, decorato l’interno e venne costruita, sul lato sinistro, la colossale cappella-santuario di Nostra Signora del Sacro cuore (1899).

Descrizione del sito:
A testimonianza dell’origine romanica della Chiesa Parrocchiale è rimasta l’abside in cui si leggono le diverse fasi costruttive. La parte basamentale è romanica, in blocchi squadrati di pietra arenaria; vi si aprono tre monofore strombate con arco monolitico e termina con una cornice sporgente. La parte superiore risale al XVIII secolo ed è in pietra di spacco molto irregolare.
Il CAMPANILE è un robusto torrione quadrato di pietrame a spacco e laterizi di recupero, che sale pieno sino alla cella campanaria.
Nel portale maggiore è stato murato l’antico architrave della chiesa romanica, che era posto tra la porta e la lunetta. Attualmente l’interno della chiesa è a tre navate di sette campate, con volta a botte unica.
AFFRESCHI. Nella sagrestia destra vi è affrescata la scena della Crocifissione, che manifesta nei volti dei cavalieri e della folla ai piedi della croce una forte emotività, accentuata dal vigore del disegno (vicino allo stile jaqueriano). Altri affreschi raffigurano san Bernardo d’Aosta benedicente e san Michele che pesa le anime e sconfigge il diavolo con una lancia. Sulla parete adiacente si trova una rara raffigurazione iconografica di san Sebastiano incarcerato che dialoga con Diocleziano, attribuita al pittore Pietro da Saluzzo.
Nella sacrestia sinistra appare un unico affresco: Cristo di pietà (o nel sepolcro), che richiama lo stile di Jaquerio.

Informazioni:
Sul poggio a nord dell’abitato, nei pressi del castello. Parrocchia tel. 0174 226123 o “Pro Loco” tel.  0174 226105.


Links:
http://comune.niellatanaro.cn.it/?id_pg=102

Bibliografia:
BERTONE L., Arte nel Monregalese, L’Artistica Editrice, Savigliano CN, 2002

Fonti:
Notizie e immagini tratte nel 2008 dal sito del Comune.

Data compilazione scheda:
31/01/2008 -ggiornamento marzo 2014

Nome del rilevatore e associazione di appartenenza:
Angela Crosta – G.A.Torinese

Niella T2 Affresco_2_nella_Chiesa_dellAssunta

Niella T3 assunta Sacrestia_-_Crocifissione

Niella T4 Cristo_nel_Sepolcro_-_Parrocchiale