TORINO : Chiesa di Sant’Agostino

agostino_affresco

Storia e descrizione del sito:
Questa chiesa, già esistente nel 1047 e parrocchia nel 1368, era allora dedicata ai Ss. Giacomo e Filippo. L’edificio originario, eretto in stile romanico, era già di forme gotiche nel 1368 (possiamo supporre che avesse un aspetto non molto diverso dall’attuale S. Domenico o da altre chiese simili a Chieri o ad Avigliana) ed era dotata di un chiostro. Fu ricostruita ed intitolata a S. Agostino nel 1551, anno in cui venne anche edificato l’attuale campanile (che però alcuni critici vogliono Quattrocentesco); sotto il campanile venivano seppelliti i boia della città. Molto danneggiata da secoli di incuria, tra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900 venne totalmente rimaneggiata in stile eclettico dall’architetto Carlo Ceppi. All’interno, nel secondo altare della navata sinistra, è stato collocato un pregevole, per quanto frammentario, affresco quattrocentesco raffigurante l’Adorazione del Bambino, scoperto il 3 dicembre 1716 durante la demolizione della vetusta casa degli Agostiniani retrostante la chiesa.
Al fondo della navata sinistra è conservato uno dei rari esempi di scultura rinascimentale presenti a Torino, il sepolcro di Cassiano dal Pozzo di Reano, di forme ispirate a moduli franco-spagnoli.

Informazioni:
Tel. 011 4368833

Links:
http://www.archeogat.it/torinomedievale

http://www.museotorino.it/view/s/b78e3152db764b8ca5f6916477fbbc1d

Bibliografia:
GRUPPO ARCHEOLOGICO TORINESE, Guida Archeologica di Torino, Savigliano (CN), 2010, Terza Ediz., 1° vol., pp.113-114

Fonti:
Fotografie  GAT.

Data compilazione scheda:
20 novembre 2003 – aggiorn. a cura dei Soci GAT a ottobre 2009 e  marzo 2014

Nome del rilevatore e associazione di appartenenza:
Gabriella Monzeglio – Gruppo Archeologico Torinese