Lenta (VC) : Pieve di Santo Stefano e Chiesa della Madonna dei Campi

LENTA SStefano est

Storia e descrizione dei siti:
PIEVE DI SANTO STEFANO
È una chiesa edificata nell’XI secolo in stile romanico, su una preesistente risalente al VI secolo, come hanno confermato operazioni di scavo archeologico. Chiesa cimiteriale, fu la parrocchiale di Lenta fino al 1573. Verso la fine del secolo XVIII era così rovinata che non vi si potevano più celebrare le funzioni e i restauri che si compirono poi nel 1778 furono così importanti che si dovette procedere ad una nuova benedizione, come risulta dal Decr. del Vicario Capitolare 16 Dicembre 1778. Da questo documento risulta che anticamente, la Chiesa era intitolata a S. Stefano e S. Antonio Abate. In essa si svolgeva la cerimonia della benedizione degli animali.
Verso il 1880 la Chiesa di nuovo minacciava rovina e non vi si celebravano più le funzioni. Per iniziativa di certo Zona Francesco fu restaurata con rinzaffo e sottomuratura ai muri esterni e imbianchimento all’interno. Ciò avvenne nel 1883.
L’edificio ha due absidi, la cui struttura romanica è ben visibile esternamente. L’abside dedicato a santo Stefano è il più antico; quello dedicata al Crocifisso forse fu aggiunto nel XIII o XIV secolo.
Il CAMPANILE è posto al centro della facciata e presenta bifore con capitello a stampella. Archetti decorano la sommità delle pareti laterali e degli absidi.
L’abside di santo Stefano conserva all’interno gli AFFRESCHi del Cristo Pantocratore con simboli degli Evangelisti e le figure degli apostoli nel cilindro absidale, purtroppo mutile. Altri affreschi rappresentano l’Annunciazione, una bella Natività, l’Annuncio ai pastori, l’Adorazione dei Magi e risalgono alla fine del XIV secolo o 1400-1401 (Romano).
Figure di santi sono affrescate sui pilastri centrali e sulla parete a sud, di fattura successiva; tra esse sant’Antonio Abate, sant’Eusebio, santa Maria Maddalena.

CHIESA DELLA MADONNA DEI CAMPI
I documenti e le memorie relative a questa chiesa sono scarsissimi. Probabilmente la struttura è molto antica, forse contemporanea alla Pieve di Santo Stefano. Nel 1214 appare in una descrizione di beni immobili per localizzare un terreno; nel 1221 è menzionata nel testamento di un arciprete morto in Egitto durante la quinta crociata, il quale lasciò venti soldi a una certa “Aldisia che abitava presso la chiesa di S. Maria”. Solo dopo due secoli fu nominata come riferimento topografico per determinare confini di terreni. Non compare negli elenchi delle pievi, e neppure nei registri dei beni ecclesiastici. Solo dalla metà del Quattrocento la chiesa incomincia ad essere menzionata più frequentemente e nel 1574, nelle prescrizioni di una visita pastorale:  “La chiesa campestre di S. Maria di Lenta nel venire da Rovasenda si tenga sempre chiusa a chiave et in modo che non vi entrino gli animali…”
Oggi la chiesa presenta due navate absidate, la cui struttura romanica è visibile all’esterno nonostante l’intonacatura; una dedicata alla Madonna, l’altra a San Bernardo. La più antica è quella dedicata alla Madonna, la seconda fu costruita più tardi, come si nota anche dalla differente altezza e struttura degli archetti e delle lesene.
AFFRESCHI di datazione incerta (seconda metà XV secolo?) decorano la chiesetta. Compaiono una bella Madonna del latte; le figure di santa Lucia, san Dionisio, san Sebastiano. La raffigurazione di sant’Antonio Abate presenta molti graffiti di varie epoche.

 Informazioni:
La Pieve sorge al di fuori dell’abitato cittadino, preso il Cimitero.
La chiesa della Madonna (o di Santa Maria) dei Campi (o della Campagna) sorge sulla statale Valsesia.
Per visitare le Chiese, aperte saltuariamente, rivolgersi alla Parrocchia, tel. 0163 88117

Links:
http://www.comune.lenta.vc.it

http://www.webalice.it/r_ordano/UNA%20CHIESA%20DEL%20MISTERO.htm

Bibliografia:
FERRARIS G., La pieve di S.Stefano di Lenta nel contesto delle pievi eusebiane, in “Arte e storia di Lenta”, Vercelli, 1986
FERRETTI F., Santa Maria dei Campi. Una chiesa protoromanica, in: “Arte e storia di Lenta” cit.
ROMANO G. (a cura di) Pittura e miniatura del Trecento in Piemonte, CRT, Torino, 1997, pp.54-59
VERZONE P., L’architettura romanica nel Vercellese,Vercelli, 1934

Fonti:
Alcune notizie sulla chiesa della Mdonna dei campi sono tratte dal sito al n° 2.
Foto in alto di Enzo Gastaldi da http://rete.comuni-italiani.it/foto/2008/109713/view .
Foto Santi da Pieve Santo Stefano di M. Ferrara Jokrah da http://www.panoramio.com/photo/49860688
Foto S. Maria dei Campi interno di Antonio Aina da http://www.panoramio.com/photo/90059415; foto sant’Antonio da S.Maria dei Campi dal sito al link http://www.webalice.it

Data compilazione scheda:
9 luglio 2012 – aggiornamento febbraio 2014

 Nome del rilevatore e associazione di appartenenza:
Angela Crosta – G.A.Torinese

Lenta sStefano Santonio-fotoM.Ferrara_Jokrah

90059415sMaria campi LENTA-AntonioAina

s maria dei campi. saa