Cossato (BI) : chiesa dei SS. Pietro e Paolo a Castellengo

COSSATO_ChiesaPietroPaolo


Storia del sito:

La chiesa è a poche centinaia di metri dal torrente Cervo. É una costruzione isolata, tra il bosco, la baraggia che le sta di fronte e i campi alle spalle. Accanto sorge il piccolo cimitero di Castellengo, a indicare che la chiesa in passato fu una pieve.
La chiesa fu Rettoria della pieve di San Pellegrino di Puliaco e compare nella bolla del 1155, in cui l’imperatore Federico I ne concede il patronato a Bonifacio e Giovanni di Biandrate. Deposti i Biandrate nel 1335, il patronato passò agli Alciati, poi ai Bulgaro di Castellengo ed infine ai Frichignono.

Descrizione del sito:

Si riconoscono i vari interventi che si sono affiancati e sovrapposti lungo i secoli: esternamente spiccano il corpo non finito di un ampliamento della parte absidale e del coro, risalente alla fine del XVIII secolo, e il campanile, posto in facciata. Il portico antistante fu edificato nel XVII secolo mentre la navata centrale, che si apre immediatamente dopo l’entrata, rappresenta il corpo più antico dell’intero edificio originario, il quale era a navata unica e con forme romaniche. La navata di destra, decorata all’esterno con una serie di archetti pensili, fu aggiunta in epoca gotica; quella di sinistra invece fu edificata successivamente. 20 settembre 1460 è datato l’affresco con la figura di san Cristoforo, in facciata, proprio sul limitare della navata centrale.
All’interno dell’edificio, nel 1999, sono emersi alcuni frammenti di AFFRESCHI di grande valore e iscrivibili tra le testimonianze più interessanti e meglio conservate di pittura in stile tardo-gotico biellese. Il ciclo è attribuito al pittore Daniele De Bosis (e ai suoi figli) – attivo alla fine del XV secolo soprattutto nel novarese e biellese – e raffigura Storie di Maria e di Gesù. Nei sottarchi figure di Profeti. Sulla parete sinistra della navata centrale i resti di figure di santi hanno conservato la firma di Daniele de Bosis e la data (1496), mentre sul lato opposto è raffigurato il Martirio di sant’Agata.

Nel centro di Cossato, la parrochiale dell’Assunta fu edificata nel Seicento su preesistente chiesa, di cui rimane il presbiterio del 1261.

Informazioni:
La chiesa si trova in via Castellengo, 34, ai piedi del Castello di Castellengo (vedi scheda) e poco distante da esso. Biblioteca Civica, 0159 893520 o scrivere a biblioteca@comune.cossato.bi.it

Links:
http://www.comune.cossato.bi.it

http://arteimmaginecossato.altervista.org/nuovosito/gli-affreschi-del-de-bosis-a-castellengo/

Bibliografia:
SPINA L. (a cura di), Antica pieve di Cossato VIII/IX-XVI sec. (La Bibbia illustrata dei De Bosis), Eventi & Progetti Editori, Biella 2000

Fonti:
Notizie e fotografia in alto dal sito del Comune. Foto in basso tratta dal sito al n° 2, dove si possono trovare molte fotografie degli affreschi.

Data compilazione scheda:
15 dicembre 2011 – aggiornam. marzo 2014

Nome del rilevatore e associazione di appartenenza:
Angela Crosta – G.A.Torinese

debosis21_sele-150x150