Villar San Costanzo (CN) : Chiesa di San Pietro

spv

Storia del sito:
La chiesa, in località Villare o Villar San Costanzo, già abbazia di San Costanzo, ora è parrocchiale dedicata a San Pietro in Vincoli col patronato dei SS. Vittore e Costanzo. Fu eretta nel 1722-24 da Francesco Gallo sui muri perimetrali della chiesa romanica appartenuta ad un fiorente monastero benedettino, ora distrutto

Descrizione del sito:
Le parti più interessanti sono quella absidale e l’alto campanile romanico-gotico (1294) a tre ordini. Armonioso l’interno a croce greca con bella volta a botte terminante nell’ampio semicatino dell’abside. Nella parete sinistra è murata la pietra su cui, secondo la tradizione, sarebbe stato decapitato San Costanzo. Dall’abside si scende nella cripta (risalente al sec. XI), a tre navate profonde con colonnine reggenti le volte a crociera. Dalla sacrestia si passa nella quattrocentesca cappella di S. Giorgio, adorna di affreschi del 1467 rappresentanti Storie di S. Giorgio e, nella volta a crociera, i Quattro Evangelisti, tardi esempi di pittura gotico-fiorita. A sinistra si trova il sarcofago di Giorgio Costamia, abate dell’antico monastero e costruttore della cappella con l’immagine a rilievo del defunto. La chiesa è documentata solo alla fine del XII secolo ed è giunta a noi in una forma architettonica che interessa ormai l’età romanica, ma che conserva in vista nella muratura esterna delle absidi alcune lastre di marmo di misura particolare che sicuramente sono pezzi di reimpiego, verosimilmente provenienti dalla scomparsa costruzione altomedievale. Solo uno di questi marmi però è stato usato lasciando in vista la decorazione (fregio frammentario con decorazioni a matassa) visibile nella lesena destra dell’abside centrale. Il fregio proviene certamente dall’abbazia altomedievale di San Costanzo preesistente all’attuale chiesa, che nelle sue parti più antiche, come abbiamo visto, risale ad un rifacimento di età romanica. Questa abbazia detta del Villare o di Villar San Costanzo, ricordata già nella sua Cronaca di Saluzzo da Gioffredo della Chiesa all’incirca nel 1450, era costruita in piano, in regione Cannetum, mentre la chiesa di San Costanzo sul Monte San Bernardo (vedi scheda) era la cella che si dice sorta sul luogo del martirio del santo. L’abbazia di San Costanzo, il cui primo documento storico sicuramente autentico è del 1190, è ricordata nel XV secolo quale fondazione di Ariberto I, mentre, a partire dal XVII secolo la tradizione storiografica la attribuisce ad Ariberto II (701-712). Conforta questa attribuzione il ritrovamento di alcuni frammenti scultorei reimpiegati nella parrocchiale del Villar e soprattutto la più ricca messe di marmi conservati nella chiesa dipendente di San Costanzo sul Monte – alcuni certamente relativi al primo decennio dell’VIII secolo – i quali vengono quindi a costituire la prova che la tradizione della nascita dell’abbazia di San Costanzo per opera di Ariberto II è da ritenersi fondata.

Informazioni:
Tel 0171 902087 (segreteria comunale), email: sancostanzo@provillar.it

Links:
http://www.ghironda.com/valmaira/comuni/villa.htm

http://www.provillar.it/abbazia.html

Bibliografia:
ARNAUDO A., 1979, La Cappella di San Giorgio nella ex chiesa abbaziale di Villar San Costanzo, Rotary club; OLIVERO E., 1929, L’antica chiesa di san Costanzo sul monte: in Villar San Costanzo (Cuneo), Lattes; CHIERICI S., 1979, Il Piemonte, la Val d’Aosta, la Liguria, Jaca Book; AA.VV., 1994, Piemonte romanico, Banca CRT; CASARTELLI NOVELLI S., 1974, La diocesi di Torino, C.I.S.A.M., Spoleto

Fonti:
Fotografie dai siti sopra indicati, ultima foto archivio GAT.

Data compilazione scheda:
ottobre 2003 – aggiornamento febbraio 2014

Nome del rilevatore e associazione di appartenenza:
Emanuela Calvo – Gruppo Archeologico Torinese

Foto-1008cripataspietroVillar

villar_cappella

villar-particolare42