Bee (VB) : Massi coppellati

BEE roncaccio rupestre

Storia e descrizione del sito:
In frazione Roncaccio, Località Cöss, vi è il sito più importante, noto dal 1998: un banco di roccia affiorante(scisto) dove sono incise 11 coppelle pressoché della stessa dimensione raggruppate in disposizione a cerchio, altre 8 coppelle sparse di dimensioni variabili e, isolati, su una parete laterale del banco di roccia, due cruciformi quasi sicuramente cristiani (uno con basamento) che sono da interpretarsi come “croci di cristianizzazione”.
Le coppelle, con disposizione geometrica, sono attribuite (PRIULI 1983) ad un’epoca variabile tra l’età del Bronzo (2500 a.C.) e l’età storica.
Il sito di Bee si trova proprio sulla linea di spartiacque che scende dal Monte Cimolo verso Possaccio. Più a valle, sempre sulla linea di spartiacque tra valle Intragna e zona collinare di Bee/Vignone, si trovano i siti di Bureglio/Belvedere, Vignone Cà di Mui e Mött ad Crana (vedi scheda). L’allineamento su una linea di cresta, indice della stretta correlazione tra l’orografia del territorio, la sua storia (alpeggi, cappellette cristiane, abitati di età storica abbandonati o percorsi desueti) e la disposizione dei siti preistorici è una caratteristica che si riscontra spesso.

Informazioni:
I massi coppellati sono localizzati lungo un sentiero ben segnalato; il percorso dura circa 3 ore. Il giro ad anello intorno al Monte Cimolo parte da piazza Barozzi in Bee e si dirige verso la frazione di Roncaccio, che vanta un bel centro storico di origine medioevale. Proseguendo verso il bosco, si incontra la Cappella dello Sciuvlino del XVI secolo; seguendo il sentiero sterrato si raggiunge in poco tempo la zona delle “coppelle del Cöss” e, successivamente, i massi di “Cascina del Viturin”, “Albagnano” e “Mulin Ferée”.

Link:
http://www.ecosistemaverbano.org/scheda.html?id=12463

Bibliografia:
BIGANZOLI A:, Il territorio segnato. Incisioni rupestri del Verbano, Ed. Museo del Paesaggio, Verbania VB, 1998
COPIATTI F.; DE GIULI A.; PRIULI A., Incisioni rupestri e megalitismo nel Verbano Cusio Ossola”, ed. Grossi, Domodossola VB, 2003
PRIULI A., Incisioni rupestri in Valcamonica, Ivrea, Priuli e Verlucca, Ivrea, TO, 1985

Fonti:
Fotografia dal sito sopra indicato.
Notizie tratte dal sito: http://vco.storiainrete.net/storiainrete/
vco/mediateca.nsf/15018844520d86b5c1256afb003c1265/
78877d3e3e45e42cc1256f2d006502d3?OpenDocument (in allegato) scaricato dicembre 2007 – sito non più esistente a febbraio 2014

Data compilazione scheda:
10/09/2007 – aggiornamento febbraio 2014

 Nome del rilevatore e associazione di appartenenza:
Angela Crosta – G.A.Torinese

Scarica PDF:  Il territorio segnato in Mediateca VCO