Lesa (NO) : Chiesa di San Sebastiano

lesa-s seb 1

Storia del sito:
È uno dei pochi casi in cui un edificio sacro romanico ha conservato pressoché intatta nei secoli la propria struttura originale; documentazioni certe della sua esistenza risalgono alla fine del XIII secolo, anche se la sua costruzione è riconducibile al 1100-1125 per la particolarità delle strutture murarie.

Sono in corso lavori di restauro.

Descrizione del sito:
La struttura dell’edificio è molto semplice, a un’unica navata, con facciata a capanna e con un’abside divisa in tre parti da lesene, con altrettante finestrelle a doppia strombatura e archetti pensili irregolari a gruppi di cinque. La muratura si presenta con tecniche diverse nella parte inferiore (ciottoli di varie dimensioni disposti in parte a spina di pesce) e in quella superiore (muratura più regolare scandita da lesene di conci grandi e ben squadrati), senza alcuna prova che la costruzione sia avvenuta in fasi diverse.
Particolare la struttura del CAMPANILE inglobato nella muratura e che poggia su due pilastri di sostegno posti all’interno della chiesa in seguito a opere di ristrutturazione risalenti al 1950. Si presenta con tre ordini di specchiature decorate da archetti pensili. Le aperture sono diverse fra loro: nel primo ordine compare una stretta monofora a feritoia, nel secondo una monofora con archivolto e nel terzo una bifora con archivolto cigliato.
Nella parete sopra l’abside vi è una finestrella cruciforme alla quale corrisponde all’interno un affresco simbolico di Cristo-Luce, originale rappresentazione del tema della redenzione attraverso il Cristo risorto: la stessa apertura costituisce il corpo del Signore con due braccia aperte dipinte ai lati, mentre in alto sono raffigurati il sole e la luna e in basso, a rappresentare il popolo di Dio, due pecorelle protese verso la figura centrale, con fronde fiorite al di sotto a simboleggiare il Paradiso. Il catino absidale è decorato da affreschi di modesta fattura purtroppo mal conservati.

Informazioni:
L’edificio sorge su un poggio panoramico dal quale si domina anche il più antico punto di attraversamento del torrente Erno; sopra l’abitato di Solcio, lungo la strada che conduce a Massino Visconti.  Info Parrocchia di Lesa, tel. 0322 7360

Link:
http://www.provincia.novara.it/Editoria/EditoriaDoc/oratori/lesa.htm

Bibliografia:
FAGNONI M.R., (a cura di) Alla scoperta di antichi Oratori campestri, Provincia di Novara, Novara,2003

Fonti:
Fotografie dal sito sopra indicato.

Data compilazione scheda:
08/05/2007 – aggiornamento maggio 2014

Nome del rilevatore e associazione di appartenenza:
Angela Crosta – Gruppo Archeologico Torinese

lesa_s seb est

lesa_s seb est2

lesa-s seb 3