Savigliano (CN), frazione Streppe: Cappella di San Giuliano

Storia e descrizione del sito:
In questa zona, già nel XI secolo, esisteva una piccola chiesa, nata per dare ospitalità ai pellegrini. Intitolata alla Vergine, prese il nome di Santa Maria in Strepeto, dalla zona in cui sorge: Streppe; oggi è intitolata a San Giuliano. La chiesetta, già citata in un documento del 1028, fu donata all’abbazia di S. Pietro dai coniugi Abellonio ed Amaltruda, come da bolla di papa Onorio II del 24 novembre 1126. Ristrutturata nel 1453, restò proprietà dell’abbazia sino ai tempi della rivoluzione francese e per preservarla dalla distruzione tre famiglie nobili del luogo, i Viancini , i Bertini ed i Ruffni, l’acquistarono. Tuttora di proprietà privata.

La cappella ha due navate, divise in tre archi con due colonne di ordine tuscanico con capitelli cubici, a testimoniare l’origine romanica della chiesa. Conserva preziosi affreschi sia internamente che esternamente.

Vari riquadri dietro l’altare maggiore raccontano le storie di san Giuliano.
Sulle pareti della navata, una sant’Anna Metterza (con Maria e il Bambino), una deposizione, attribuita a Tomaso Biazaci, sul lato meridionale un affresco con la figura di San Giuliano a cavallo, nell’atto di combattere.
Nella navata sinistra un affresco con al centro la Madonna col Bambino e, a sinistra, i santi Sebastiano e Rocco; a destra sant’Antonio abate e san Bernardino da Siena, eseguito come voto per la peste che colpì Savigliano dal 1521 al 1525.

Informazioni:
Via Saluzzo 140, Regione Streppe, ora Regione San Giuliano

Links:
https://www.fondoambiente.it/luoghi/chiesa-di-san-giuliano-savigliano?ldc

Fonti:
Foto FAI

Data compilazione scheda:

10 aprile 2021

Nome del rilevatore e associazione di appartenenza:
Angela Crosta – G.A.Torinese