Veruno (NO) : reperti preistorici e di età romana

veruno_foto_06

Descrizione del sito e dei ritrovamenti:
I ritrovamenti più importanti sono stati quelli di Cascina Reina, avvenuti durante i lavori di sbancamento connessi alla realizzazione dell’Autostrada dei Trafori, nel tratto noto come Interconnessione di Gattico. Gli scavi condotti dalla SAP hanno dimostrato essere pertinenti a un esteso complesso di costruzioni, la cui parte meridionale è risultata irrimediabilmente compromessa, a causa di smottamenti e opere di disboscamento.
Gli edifici, che si estendono in senso EW per una lunghezza totale di ca m 60, si articolano in due complessi a più vani, prevalentemente sviluppatisi in lunghezza, l’uno ad W, l’altro ad E di un’area lastricata, probabilmente a cielo aperto, con funzione di cortile. Il complesso occidentale, costruito su un terrazzamento contenuto da un lungo muro (m 23 in senso W-E) rinforzato da contrafforti a pilastro quadrangolare, comprendeva due ambienti di vaste proporzioni costruiti con fondazioni in ciottoli e frammenti laterizi, mentre l’elevato, conservato per un breve tratto, era in una specie di opera listata (filari di ciottoli alternati ad altri di tegole); un vano è risultato pavimentato; presenti resti di infrastrutture (focolare, vasca di raccolta per l’acqua piovana). Anche il complesso orientale, privo di muro di contenimento, conservava parzialmente due ambienti, di cui uno pavimentato in ciottoli; la tecnica muraria non sembra prevedere l’utilizzo di laterizi.
Risalenti all’età romana imperiale e tardo imperiale. I reperti sono conservati a Torino, Museo Archeologico.

Descrizione dei ritrovamenti:
In località Revislate sono stati trovati vasi in ceramica e oggetti di ornamento personale in bronzo: fibule a sanguisuga; ad arco serpeggiante; armilla con pendagli a secchiello; anelli a nastro con impressioni a cerchietti puntati; anelli a globetti; vasellame ceramico e oggetti in bronzo riferibili al corredo di una o più tombe golasecchiane. Risalenti alla media e seconda età del Ferro. Conservati a Novara nelle civiche raccolte.

Nel teritorio di Veruno è stata rinvenuta un’ara di serizzo con iscrizione votiva a Giove da parte di VERINUS e della sua famiglia (=CIL, V, 6566) e un’ara scorniciata di serizzo con zoccolo e coronamento modanati: iscrizione votiva a Mercurio da parte di VERINUS e della sua famiglia (=CIL, V, 6567). Entrambe giò conservate nel castello fin dall’inizio del sec. XVII; attualmente collocate a Novara nel lapidario della canonica.

Altri reperti del territorio sono dell’età del Bronzo.

Informazioni:

Link:
http://www.sitbiella.it/novara/schede.php?comune=veruno

Fonti:
Notizie e fotografie dal sito sopra indicato, alle cui schede si rimanda per approfondimenti e bibliografia.

Data compilazione scheda:
1 dicembre 2011 – aggiornamento maggio 2014

Nome del rilevatore e associazione di appartenenza:
Angela Crosta – G.A.Torinese

veruno_foto_09